Rai.it

Domenica 4 Dicembre 2016
 HOMECANONE TV ORDINARIO
COMUNICATO STAMPA


SCADE IL 31 OTTOBRE IL TERMINE PER PAGARE IL CANONE TV TRAMITE F24


Ecco quando è necessario utilizzare il modello per il versamento


I cittadini che non hanno ricevuto l’addebito del canone tv 2016 nelle fatture per la fornitura di energia elettrica hanno tempo fino al 31 ottobre per effettuare il pagamento, utilizzando il modello F24. Tra i contribuenti che possono usare il modello F24 rientrano quelli non intestatari di un contratto di fornitura elettrica, quelli che risiedono in alcune isole non interconnesse con la rete elettrica nazionale e coloro a cui il canone in bolletta è stato addebitato solo parzialmente.

Se non si è titolari di contratto elettrico - In linea generale, occorre utilizzare il modello F24 per il pagamento del canone tv in tutti i casi in cui il canone è dovuto ma non è stato addebitato nelle fatture elettriche. Entro il prossimo 31 ottobre sono, infatti, tenuti al versamento del canone tv mediante modello F24 i contribuenti che detengono un apparecchio televisivo e che non hanno ricevuto l’addebito nelle fatture elettriche perché nessun componente della famiglia anagrafica è titolare di un contratto elettrico di tipo domestico residenziale. È il caso, ad esempio, di chi prende in locazione un appartamento in cui il contratto elettrico resta intestato al proprietario dell’immobile. Entro la stessa scadenza devono versare il canone tutti coloro che, pur intestatari di utenza elettrica, non hanno ancora ricevuto l’addebito in bolletta, ad esempio per nuove attivazioni o volture ancora in corso.

Chi vive nelle isole - Sono tenuti al pagamento del canone tv mediante modello F24 anche i cittadini per i quali l’erogazione dell’energia elettrica avviene nell’ambito di reti non interconnesse con la rete elettrica nazionale. Si tratta dei contribuenti che risiedono nelle seguenti isole: Ustica, Tremiti, Levanzo, Favignana, Lipari, Lampedusa, Linosa, Marettimo, Ponza, Giglio, Capri, Pantelleria, Stromboli, Panarea, Vulcano, Salina, Alicudi, Filicudi, Capraia e Ventotene.

Se l’addebito è parziale - Occorre utilizzare il modello F24, versando la differenza, anche quando il canone è stato addebitato nelle bollette elettriche ma l’importo complessivamente addebitato in fattura è inferiore al canone dovuto per l’anno di riferimento.

Gli altri casi - Se il canone è dovuto, questa modalità di versamento si estende ai cittadini residenti nei Comuni di Anversa degli Abruzzi, Castel Del Monte, Pacentro, Rocca Pia, Santo Stefano di Sessanio, che non hanno ricevuto l’addebito del canone nelle bollette elettriche.

Come effettuare il pagamento - Per l’anno 2016 l’importo complessivamente dovuto è pari a 100 euro e deve essere versato entro il 31 ottobre 2016, utilizzando il modello F24. I codici tributo da inserire nel modello, utilizzabili a partire dal 1° settembre 2016, sono: “TVRI” (per rinnovo abbonamento) o “TVNA” (per nuovo abbonamento). I codici sono esposti nella sezione “Erario”, esclusivamente nella colonna “importi a debito versati”, con l’indicazione nel campo “anno di riferimento” dell’anno cui si riferisce il pagamento del canone (2016).

Roma, 26 ottobre 2016



PAGAMENTO DEL CANONE TV CON MOD. F24



Chi non è titolare di utenza elettrica addebitabile e ha un televisore deve pagare con modello F24.

Tutti coloro che devono rinnovare il canone tv tramite modello F24 possono farlo fino al 31 ottobre. L’importo del canone annuo da versare è di 100 euro.

Il codice tributo da inserire nella sezione ERARIO è TVRI.

Per informazioni e chiarimenti potete consultare il sito www.agenziaentrate.gov.it, o telefonare al numero verde Rai 800.938.362.

Gli esempi di compilazione sono presenti al seguente link: ESEMPI DI COMPILAZIONE .



COMUNICATO STAMPA


Pronti i codici tributo quando il canone non va in bolletta



C’è tempo fino al 31 ottobre per il versamento tramite F24.

Arrivano i codici tributo per i contribuenti che non possono pagare il canone in bolletta. Con la risoluzione 53/E di oggi, infatti, l’Agenzia delle Entrate istituisce i codici tributo “TVRI” e “TVNA” per il versamento, tramite il modello F24, del canone di abbonamento alla televisione per uso privato nei casi in cui non sia possibile l’addebito sulle fatture emesse dalle imprese elettriche.

Chi deve pagare il canone tv tramite F24

Da quest’anno il pagamento del canone tv ad uso privato avviene tramite addebito sulla bolletta elettrica. In tutti i casi in cui questo non possa avvenire, i contribuenti dovranno effettuare il versamento tramite F24, eccezionalmente per quest’anno, entro il 31 ottobre.
Si tratta, per esempio:

  • degli abitanti delle isole servite da reti elettriche non interconnesse con la rete di trasmissione nazionale, come Ustica, Levanzo, Favignana, Lipari, Lampedusa, Linosa, Marettimo, Ponza, Giglio, Capri, Pantelleria, Stromboli, Panarea, Vulcano, Salina, Alicudi, Filicudi, Capraia, Ventotene;

  • dei contribuenti che detengono un televisore e che risiedono in una casa in affitto, ma senza aver intestata la bolletta elettrica;

  • del portinaio che risiede nella casa data a disposizione dal condominio titolare dell’utenza elettrica dove detiene un televisore.

    Come e quando pagare

    Il pagamento è effettuato direttamente dal contribuente, compilando un modello F24 ed inserendo il codice tributo “TVRI” nel caso del rinnovo dell’abbonamento tv e “TVNA” se è il primo anno di abbonamento. Il versamento va fatto in un’unica tranche, pari a 100 euro.

    Roma, 7 luglio 2016



  • Richiesta di rimborso del Canone di abbonamento alla televisione per uso privato pagato mediante addebito nelle fatture per energia elettrica



    È stato approvato il modello di istanza di rimborso del canone di abbonamento alla televisione per uso privato, con le relative istruzioni.

    Istanza di rimborso



    PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI NON DETENZIONE



    ATTENZIONE:


    La compilazione della dichiarazione sostitutiva di non detenzione del TV inviata entro il 30 giugno 2016 esonera dall’ addebito del canone per il secondo semestre 2016.



    CASI PARTICOLARI DI ESONERO



    Informazioni per le richieste di esonero:

    - esonero per ultrasettantacinquenni
    - esonero per diplomatici e militari stranieri



    PRONTO LA RAI



    E’ possibile prenotare on line un appuntamento telefonico per essere ricontattati e ricevere assistenza per la risoluzione di problematiche inerenti il canone tv collegandosi al sito www.prontolarai.it .

    Il nuovo servizio servizio “Pronto la Rai” consente agli abbonati di risolvere telefonicamente alcune delle casistiche riguardanti sia i canoni televisivi ad uso familiare che quelli fuori dall’ambito familiare, come ad esempio gli esercizi pubblici.





    COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO DEL 21/04/2016


    Canone Rai

    Dichiarazione di non detenzione Tv: c’è tempo fino al 16 maggio
    In un provvedimento delle Entrate le istruzioni aggiornate


    I contribuenti hanno più tempo per presentare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla Tv. Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate di oggi, infatti, viene spostato al 16 maggio 2016 il termine unico entro cui presentare la dichiarazione, sia in forma cartacea che online.
    In questo modo, i contribuenti possono presentare la dichiarazione in tempo utile per evitare l’addebito del canone da parte delle imprese elettriche, a partire dal mese di luglio 2016, qualora abbiano i requisiti previsti dalla legge.
    Il provvedimento pubblicato oggi aggiorna anche le istruzioni relative alla compilazione del modello di dichiarazione sostitutiva, per tenere conto dei chiarimenti sulla definizione di apparecchio televisivo contenuti nella nota n. 9668 del 20 aprile 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico ai fini del canone di abbonamento alla televisione.
    Il modello di dichiarazione sostitutiva e le istruzioni per la compilazione del modello, approvati con il provvedimento del 24 marzo 2016, vengono quindi sostituiti da quelli approvati con il nuovo provvedimento. Restano ovviamente valide le dichiarazioni di non detenzione già presentate

    Roma, 21 aprile 2016



    CANONE RAI - NOVITA' 2016


    Comunicato stampa congiunto dell'Agenzia delle Entrate (Ufficio Stampa) e della Rai

    Il canone Rai arriva in bolletta e costa di meno.
    Da quest’anno pagare l’abbonamento Tv è più semplice ed economico

    Niente più bollettini postali nelle case degli italiani. Pagare il canone tv è adesso facile come accendere la luce: dal 2016 il costo sarà incluso nella bolletta elettrica e sarà più conveniente. Il canone è dovuto una sola volta, per ogni famiglia o per gruppo di persone residenti nella stessa casa. Per tutte le altre abitazioni non ci sarà inoltre alcun addebito.

    Il canone Rai è oggi più vantaggioso: l’importo per il 2016 è stato ridotto a 100 euro, diviso in rate e comincerà ad essere integrato nella bolletta elettrica di luglio. Niente più bollettino da pagare entro il 31 gennaio: il canone verrà addebitato nella bolletta elettrica della casa di residenza a prescindere dalla persona a cui è intestata. Scompare anche il rischio di dimenticare il versamento e di incappare nelle sanzioni per il ritardato pagamento.

    Per qualunque dubbio o chiarimento è sempre possibile consultare il sito www.canone.rai.it. Per permettere a tutti di conoscere le nuove regole, su tutti i canali della Rai viene inoltre da oggi trasmesso uno spot che illustra le modalità della nuova normativa. La Rai sta inoltre lavorando per attivare nei prossimi giorni un Numero Verde gratuito con cui spiegare ai cittadini tutti i dubbi sul nuovo canone.

    Roma, 13 gennaio 2016



    DIGITALE TERRESTRE



    Il passaggio alla tecnologia digitale terrestre e' stato deciso dalla Comunità Europea che obbligava quindi anche l'Italia a spegnere il segnale analogico entro il 2012.

    Il Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento Comunicazioni ha fissato i tempi del passaggio per le varie regioni italiane e la Rai ha completato il passaggio alla televisione digitale in tutte le regioni italiane.

    La Rai, grazie al digitale terrestre, è in grado di trasmettere 14 canali di programmazione ampliando così l'offerta televisiva.

    Per segnalare eventuali disservizi collegarsi al seguente indirizzo: RaiWay oppure telefonare al numero 06 94809596.

    Per verificare se il proprio problema dipende dalle interferenze create dai segnali LTE, con cui vengono trasmessi i nuovi servizi 4G per la telefonia mobile, contattare il servizio Help Interferenze

    Per informazioni relative alla ricezione dei programmi della piattaforma di TV SAT collegarsi al seguente indirizzo: Tivu' Sat




    NUMERO VERDE 800.93.83.62 PER CANONE TV AD USO PRIVATO




    Il canone TV sarà incluso nella bolletta elettrica a partire da luglio. L'importo per l'anno 2016 è stato ridotto a 100 Euro.

    Per informazioni gratuite sulle novità del canone TV ad uso privato potete chiamare il numero verde 800.93.83.62 Il servizio e' attivo dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 21

    Per informazioni sul Canone di Abbonamento alla televisione è disponibile per tutti i paesi al di fuori dell'Italia la numerazione 0039 06-87408198 a pagamento alla tariffa applicata dal proprio operatore telefonico per le chiamate verso l'Italia.



    Stampa articolo
    MAPPAAIUTO

    © RAI 2010 - P.Iva 06382641006